stai leggendo...
Interviste, Leo Zagami, Politica Occulta, Rivelazioni, Società Segrete

Top Secret 2 – Intervista Radio a Leo Zagami – Parte 1

LEO ZAGAMI su INVESTIGATIVE JOURNAL – SOCIETA’ SEGRETE E VATICANO

 

LZ– Leo Zagami
GS– Greg Szymanski

Testimony-of-a-33-Degree-Mason-leo-zagamiGS– Buon pomeriggio e benvenuti all’edizione di martedì 20 Novembre dell’Investigative Journal, sono il vostro conduttore, Greg Szymanski, su libertyradiolive.com, sarò con voi per le prossime due ore. Il mio ospite di oggi è Leo Zagami, un ex-membro della Loggia P2 di Montecarlo e un insider degli Illuminati da Roma, che si è allontanato dall’organizzazione un anno fa circa. Quando affermo questo intendo dire che egli ha abbandonato il nocciolo duro degli Illuminati, controllati dal Vaticano, ed ha deciso di raccontare la verità a proposito della maniera in cui questo sistema opera. Egli ci ha fornito alcune informazioni fondamentali in trasmissione per cui numerose persone mi hanno scritto e-mail chiedendomi: “Greg, cerca di ospitare nuovamente Leo”. Quindi faremo in modo di avere con noi Leo Zagami tra un attimo. Domani, nella mia trasmissione, ospiterò il Pastore Tony Alamo, che è stato perseguitato dal Vaticano per oltre 40 anni, è stato uno dei primi, in passato, in pratica a partire dall’omicidio di Kennedy in avanti, è stato uno dei primi predicatori impegnati a diffondere informazioni a tale proposito in tutta l’America tramite brochure e pubblicazioni affini, parlando del Vaticano moltissimi anni fa, quando nessun altro aveva il coraggio di parlarne. Quindi, lo ospiteremo domani, mentre giovedì, in occasione del Giorno del Ringraziamento, non saremo in trasmissione, così come venerdì, e manderemo in onda delle repliche, per cui ci risentiremo dal vivo lunedì. Comunque, prima di passare a Leo, lasciate che vi parli di questo, vorrei leggervi qualcosa, si tratta di una citazione dal giornalista ed autore Paul Blanchard, dal suo libro “American Freedom and Catholic Power”. Ciò che quest’ultimo ha in realtà compiuto è stato fornire a noi le ragioni per cui una vasta serie di individui si rifiutano di parlare o anche di scrivere a proposito dell’immenso potere geopolitico della Roma Papale. Egli scrisse questo: “Non vi è alcun dubbio che la gerarchia cattolico-romana americana si sia introdotta nell’arena politica e che stia assumendo un atteggiamento sempre più aggressivo – a proposito, si tratta di questioni pubblicate nel 1950 – estendendo le frontiere dell’autorità’ della Roma Cattolica Romana nei campi della Medicina, dell’Istruzione e della Politica Estera. Come vedremo, all’interno del mio libro – American Freedom and Catholic Power – la gerarchia cattolico-romana in questo paese, gli USA, ha acquisito un tale potere, in qualità di gruppo di pressione, che nessun editore, politico, pubblicista, operatore di mercato, o produttore cinematografico può agire criticandola apertamente o rendendo pubblici fatti ampiamente documentati senza rischiare il proprio futuro. La Chiesa Cattolica Romana ha ripetutamente rifiutato di aprire i propri archivi in riferimento a questioni quali la cooperazione del Vaticano con il fascismo ed il nazismo e l’aiuto fornito ai fascisti croati, macchiatisi di crimini di guerra, che permise a questi ultimi di fuggire dopo la II Guerra Mondiale utilizzando le “ratlines”. Le prove che potrebbero esserearcivescovo-del-genocidio raccolte consultando gli archivi vaticani sarebbero destinate a rendere evidente il fatto che il Vaticano abbia supportato e collaborato con i regimi di Mussolini, Hitler e Stalin, oltre al fatto di aver instaurato il proprio Stato Totalitario in Croazia nel corso della guerra“. Quindi, abbiamo Paul Blanchard, già negli anni 50, impegnato a spiegare al pubblico le ragioni per cui c’è stata una relativa mancanza di attenzione nei confronti della Chiesa e dello Stato Cattolico da parte di una vasta serie di studiosi non-cattolici. La maggior parte delle citazioni contenute nel suo libro citano autori cattolico-romani. “Il mondo accademico americano pare avere rinunciato completamente, almeno a livello di studio, ad analizzare le modalità tramite le quali il potere politico del Papa si sia progressivamente intrecciato con quello del governo americano e dei governi di tutto il mondo, per cui lo studio approfondito dei rapporti con la Chiesa e lo Stato di Roma sembra essere stato riservato letteralmente ad un selezionato gruppo di persone che possiamo definire parte integrante del Vaticano stesso. Probabilmente è stato il timore di essere definiti anti-cattolici che ha dissuaso studiosi non-cattolici dal rivelare una serie di questioni riconducibili alla Chiesa e allo Stato cattolico, un timore che ha condizionato tutti gli studiosi intellettualmente onesti, qualunque ne fosse l’origine, per cui l’istituzione religiosa cattolica non ha ricevuto l’adeguata attenzione o scrutinio che pure avrebbe meritato, principalmente ad opera degli studiosi americani”, e voi a casa signori potete notare tutto questo a partire dai mainstream media in questo paese sino ai media alternativi, fino a personaggi che lavorano per la GCN o la RBN, che gestiscono stazioni che rifiutano categoricamente di parlare della verità, a proposito del Vaticano e del suo ruolo all’interno del NWO. Ora, nessuno conosce tutto questo meglio del mio ospite Leo Zagami. Egli è cresciuto, come cattolico, a Roma, e viene da una famiglia di aristocratici tanto dalla parte di sua madre che da quella di suo padre, è cresciuto negli Illuminati, egli già giovanissimo ha lavorato per la radio vaticana, conosce perfettamente come operano, la maniera in cui i Gesuiti operano, ed intendo far intervenire subito Leo. Leo, è passato un po’ di tempo, come stai oggi?

LZ – Molto bene, molto bene, la mia gola non ha recuperato ancora al 100%, ho avuto un po’ di tosse, ma sono prontissimo per la trasmissione.

GS– E questo è l’importante. Dicevo, nessuno meglio di te potrebbe fornire risposte adeguate in riferimento a quello che ho appena detto. Vorrei avere la tua opinione a proposito della maniera in cui il Vaticano opera, grazie alle sue diverse ramificazioni ed al controllo esercitato sugli Illuminati tramite numerose società segrete. Come sono riusciti ad ottenere così tanti successi, soprattutto in America, come sono riusciti a tenere nascosto il proprio ruolo, e come opera in effetti questa monolitica ‘Bestia’? Come sono riusciti ad avere successo in tutto questo alla luce delle tue esperienze?

blasone_MaltaLZ– Hai fatto riferimento prima alla situazione legata alle manipolazioni esercitate, nel corso della II Guerra Mondiale, ad opera del Vaticano, bene, il Vaticano ha assolutamente manipolato la II Guerra Mondiale a proprio vantaggio, ed ha anche fatto in modo che, ad esempio, la Corona svedese, e la Svezia non fossero mai toccate durante la II Guerra Mondiale. Ciò avvenne perché il ‘Johanniter Order’, che rappresenta in pratica i Cavalieri di Malta svedesi, era una struttura che dipendeva dalla Germania fino al 1946, per cui, nel corso della II Guerra Mondiale, la Svezia stessa rappresento’ in segreto un’alleata della Germania, tramite questa ‘Commandery’ (Quartier Generale) dei Cavalieri di Malta, che, in ogni caso, dipendeva comunque dal Vaticano. I Cavalieri di Malta hanno sempre avuto il controllo dei paesi protestanti appunto tramite queste confraternite che sono in effetti i “loro” Cavalieri di Malta Riformati (Riforma protestante), i quali sono articolati in un vero e proprio network, definito come “Alleanza dell’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme” (Giovanni il Battista), e tramite tale ‘Alleanza’ viene “concessa” ad ogni Monarca o Sovrano, all’interno del proprio paese, la possibilita’ di gestire un Ordine specifico dei Cavalieri di Malta che è segretamente manipolato dal Vaticano. Tuttavia, allo stesso tempo, tale Ordine è in apparenza soggetto soltanto al Sovrano di quel dato paese, al Monarca. In realta’, le cose non stanno affatto così, perché in realta’ lo stesso Capo Supremo dei Cavalieri di Malta risiede tradizionalmente a Roma, ha il suo Sovrano Magistero in Via Condotti 68, che è appunto il luogo in cui tale quartier generale è ubicato a Roma, quello di tale Ordine, che è comunemente conosciuto come S.M.O.M. Il Sovrano Militare Ordine di Malta è da sempre alla guida dei servizi di intelligence del Vaticano, ed i suoi membri hanno alle spalle una lunga storia come operatori dell’intelligence vaticana.
benedict_bertieEssi rappresentano il servizio di punta dell’intelligence, ed al momento il capo Supremo di tale Ordine è Andrew Willoughby Ninian Bertie, che è nato il 15 Maggio del 1929, è quindi un uomo piuttosto anziano, ma si tratta dell’attuale 78°, ed inoltre del 3° Gran Maestro dell’Ordine di nazionalita’ britannica, che è tra l’altro il cugino della Regina (d’Inghilterra), mentre la Regina stessa è a capo, naturalmente, del British Commandery con il proprio Ordine di Saint John, per cui è anch’essa connessa a tale network, che, come ho detto, mira a presentare i paesi protestanti come (indipendenti), ed in un certo senso devono apparire indipendenti, ma in realta’ sono sempre e comunque soggetti al Vaticano tramite questo sistema di Monarchi o Sovrani, i quali sono connessi tramite le linee di sangue, ma anche in relazione al fatto che queste stesse linee di sangue siano state “benedette” dal Vaticano, con continuita’ nel tempo, in numerose forme. Il fatto che tali linee di sangue siano controllate dal Vaticano è un fatto che è assolutamente centrale, e queste ultime lavorano collaborando nel quadro del lavoro di intelligence che i Cavalieri di Malta conducono, sempre tenendo presente gli altri Ordini che lavorano comunque per conto del Vaticano. Recentemente, ho ascoltato persone parlare, nei media alternativi, di Nathaniel Mayer Victor Rothschild, che è stato egli stesso un importanitissimo membro dei Cavalieri di Malta e che ha sempre svolto attivita’ di intelligence per conto del Vaticano. Mi è addirittura capitato di ascoltare, nei media alternativi, qualcuno affermare che egli sia stato una spia sovietica, insomma, si tratta di affermazioni ridicole. Questo personaggio era il Barone Victor Rothschild, era ovviamente un uomo del Vaticano, un orgoglioso membro di questi Ordini Cavallereschi, i quali, grazie al fatto di beneficiare di speciali denominazioni (status giuridico) in tutto il mondo, 02454_amschel_mayer_rothschild_-_knight_of_maltaprincipalmente perché si tratta di entita’ sovrane in base al Diritto Internazionale, elemento che implica una serie di diritti e di benefici fiscali che forniscono una vasta serie di possibilita’ operative a questi criminali che sono parte degli Illuminati e che giocano sull’elemento caritatevole per coprire una serie di altri elementi. In effetti, ufficialmente, i Cavalieri di Malta sono una “Associazione Caritatevole”, mentre in realta’ includono personaggi come quelli con cui io stesso lavoravo, quali Licio Gelli, Ezio Giunchiglia e tutti i diversi personaggi che facevano parte della P2, che è stata una fondamentale ‘Commandery’, in un certo senso, anche perché la stessa Loggia di Montecarlo rappresenta in realta’ una ‘Commandery segreta’ dei Cavalieri di Malta e…

GS– Io vorrei semplicemente dire questo, in maniera tale che gli ascoltatori comprendano l’importanza essenziale di questi nomi. Quando tu affermi di aver lavorato insieme a Licio Gelli, stiamo parlando, signori a casa, probabilmente di uno dei più potenti personaggi che abbiano mai lavorato sotto copertura per conto del Vaticano. Ora, quest’ultimo era assai vicino a Ronald Reagan, e Reagan si è dimostrato uno dei più grandi traditori della storia del mondo quando ha operato per ristabilire piene relazioni diplomatiche (degli USA) con il Vaticano, il primo passo, già all’inizio degli anni ’80, per giungere ad un Concordato, esattamente come era avvenuto con Hitler nel 1933, e tutto questo sta per avvenire da noi, cari signori, e potreste addirittura notare, in una delle foto scattate in occasione della cerimonia del giuramento di Ronald Reagan, come, esattamente dietro di lui, ci fosse Licio Gelli. Ora, se non si tratta di un potentissimo personaggio, come mai si trovava esattamente dietro di lui? E perché mai sarebbe stato invitato alla cerimonia del giuramento? Quindi, signori, stiamo parlando di informazioni estremamente importanti, quelle che Leo ci sta fornendo, che non devono assolutamente essere sottostimate.

LZ– Vorrei anche aggiungere che Gelli è stato addirittura insignito della “Gran Croce del Vaticano” per i suoi meriti, per il suo eccezionale lavoro, quindi, dobbiamo considerarlo come un vero “Legionario di Cristo”, un vero “soldato di Cristo” agli occhi del Papa (Giovanni Paolo II). Ma in realta’, è uno dei più grandi criminali del mondo, comunque…

GS– Certo, Licio Gelli, eh-eh…

libro-gelli_page_10LZ– Naturalmente. Si tratta di uno dei più grandi criminali mafiosi del mondo, insomma, uno dei più grandi filibustieri, o comunque lo si voglia definire. In ogni caso, insieme a lui, nella Loggia Propaganda 2, con la denominazione di Membro 1621, c’era il Re Vittorio Emanuele di Savoia. Il Re Vittorio Emanuele di Savoia è un membro importantissimo della nobilta’ europea poichè egli rappresenta, naturalmente, il Regno d’Italia, nonostante il fatto che il Regno d’Italia non esista più, ma in effetti per questi personaggi, continua ad esistere, e lo stesso “Re” Vittorio Emanuele di Savoia controlla un Ordine fondamentale connesso al Vaticano che ha il suo quartier generale, scusatemi, a Ginevra, in Svizzera, ed io stesso sono andato a fargli visita, numerosissime volte, a Ginevra, nel suo quartier generale, in cui ho incontrato il figlio di Vittorio Emanuele di Savoia, ovvero Emanuele Filiberto. Si trattava di un personaggio che potremmo definire un simpatico amicone, un vero folle, anche perché quando lo incontravo era costantemente strafatto di cocaina, almeno il più delle volte, ma si tratta in ogni caso del figlio del Re d’Italia ed è anch’egli convolto in questo Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro. Questo Ordine di Santi è estremamente importante perché si tratta di un antico Ordine, esattamente come nel caso dei Cavalieri di Malta e dei Templari, l’Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro è un Ordine Cavalleresco estremamente antico che risale al tempo delle Crociate, ed ha una lunga e consolidata tradizione di obbedienza nei confronti del Papato, e naturalmente nei confronti dei Gesuiti, che sono in controllo dell’elemento ‘spiritualè, diciamo così. Ed essere in controllo dell’elemento spirituale in questo caso equivale ad esercitare una sorta di ‘controllo mentalè sui Cavalieri che operano nell’intelligence, si tratta in effetti di operazioni PSYOP camuffate da una arcaica terminologia, ma pare funzioni bene a sufficienza nei confronti di questi personaggi.

ordinemlGS– Potrei ripetere un attimo il nome dell’Ordine, in maniera da farlo comprendere a chi ci ascolta. Per favore, americani, fate ricerche ed acquisite informazioni sulla storia dell’Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro, gli Illuminati della Casa Reale italiana, in segreto all’opera per la Mafia Vaticana e la P2, la Loggia Massonica Propaganda 2, in tutto il mondo. Bene, vai avanti.

Savoia1trisLZ – Certo, si tratta di un network di vastissime dimensioni, si tratta di 4.000 membri in tutto il mondo, insomma, ed è suddiviso in 33 delegazioni che sono diffuse in tutto il mondo, con a capo Sua Altezza Reale il Principe di Napoli, Vittorio Emanuele di Savoia, che rappresenta il Gran Cancelliere dell’Ordine, naturalmente, anzi, credo che egli sia il Gran Comandante, mentre il Gran Cancelliere è Sua Altezza Reale il Principe di Venezia, ovverosia Emanuele Filiberto di Savoia, suo figlio. Comunque, padre e figlio sono ai vertici di questo importantissimo Ordine. Noi dovremmo davvero approfondire la storia dei numerosi Ordini Cavallereschi presenti in Europa per comprendere meglio il grado di influenza che il Vaticano esercita su ogni singolo Ordine Cavalleresco della Cristianita’. E questo accade tanto sul versante della Riforma, ovvero sul versante protestante, quanto sul versante Cattolico, che, in segreto, comanda su tutto il resto. Io ho collaborato per numerosi anni con questi personaggi, ed ero inoltre io stesso un Cavaliere di Malta, ed ero inoltre assolutamente soggetto a questi personaggi sotto ogni aspetto. Anche perché io guardavo a tutti questi personaggi come a degli eroi, perché rappresentavano, ai miei occhi, in quel periodo, quando cominciai, il versante anti-comunista del NWO, questa GLADIO, questa resistenza decisissima contro il Comunismo, che era a sua volta organizzata e gestita dall’intelligence americana, con personaggi come il Principe Alliata di Monreale. Esisteva un gruppo molto particolare, il cui nome era la “Rosa dei Venti” e questo gruppo si occupò di condurre tutti quegli attacchi terroristici che ebbero luogo negli anni ’70 e che venivano attribuiti a Brigate Rosse, Brigate Nere, insomma, alle Brigate che vi pare – come tu stesso sai, perché tu c’eri… quindi non credo affatto di aggiungere qualcosa di nuovo a ciò che sai, o no, Greg? Devo dire che mi sembra davvero incredibile che, ancora ai nostri giorni, personaggi come il Re d’Italia, abbiano non solo il coraggio di tornare in Italia dopo averla rovinata, l’Italia, la sua famiglia ha rovinato l’Italia successivamente all’alleanza con Hitler e alle sue conseguenze, ma non c’è solo questo, questa mattina, ne abbiano appena avuto notizia, si tratta delle “ultimissime” dalla famiglia reale, questi ultimi hanno richiesto i “danni” al governo italiano, Greg. Il Re e suo figlio hanno denunciato, per una somma che si aggira intorno ai 300 milioni di euro, qualcosa di davvero incredibile, stanno richiedendo il risarcimento dei danni allo Stato italiano perché loro affermano che per numerosi anni, per 50 anni, sono stati costretti a vivere all’estero, hanno dovuto vivere in Svizzera non potendo far ritorno in Italia, e che siano stati danneggiati spiritualmente, moralmente eccetera.

GS– Ma ora sono tornati in Italia, è esatto?

LZ– Ora sono tornati in Italia, il loro Ordine è estremamente potente, ed in realta’ il loro stesso Ordine è balzato agli onori delle cronache ad opera del Pubblico Ministero Henry John Woodcock, di cui anche noi parlammo, mi ricordo, in riferimento all’inchiesta, alle perquisizioni che coinvolsero quella loggia della P2 a Livorno, quella di cui anche noi abbiamo parlato.

la-p2-licio-gelli-e-silvio-berlusconi-213x250GS– Vorrei solo spiegarlo meglio alle persone che ci ascoltano in maniera da fargli comprendere la situazione. Questo Ordine, che è un Ordine estremamente antico, connesso al Vaticano, alla Mafia, al Re, a cui non fu più permesso di tornare in Italia a causa della sua alleanza con Hitler, ma che è ora tornato in Italia, trattasi di un ‘segno dei tempi’, tenendo conto inoltre di ciò che sta avvenendo in Europa. Comunque, questo stesso Ordine è balzato agli onori delle cronache in Italia grazie a questo magistrato (PM), Woodcock, e ci sarebbe un articolo de La Repubblica – La Repubblica, che è un importante giornale di Roma – che mostra le connessioni internazionali di questo insidiosissimo ordine che è parte degli Illuminati con la Loggia P2. Noi tutti ci rendiamo conto di quanto siano pericolosi semplicemente ricordando gli episodi legati agli scandali bancari del Vaticano, ed alla massoneria di destra negli Stati Uniti, incluse le radicate connessioni con Reagan, ed ancor di più tenendo conto delle perverse operazioni di intelligence condotte in tutto il mondo a nome di tale Ordine. Sarebbe opportuno ottenere una traduzione del contenuto dell’articolo de La Repubblica che ho a disposizione, sarebbe opportuno e lo faremo, proveremo a tradurlo in inglese in maniera da poterlo leggere in studio, e vi dico, signori, che potremmo trovare materiale davvero interessante in quell’articolo. Comunque, tutto questo è incredibile , vai avanti, Leo, ci sono dei nomi qui che…

guardia_svizzera1LZ– È davvero incredibile perché questa Commandery che il Re, ma anche il Principe, che lo stesso Principe presiede, si trova in una localita’ “ultra-chic” vicino a Ginevra, ovvero Vesena. Loro, in particolare, vivono in un piccolo centro in cui tutti gli abitanti sono miliardari, ognuno è un miliardario membro degli Illuminati e sponsorizzato dal Vaticano, che siede tranquillamente sui propri miliardi ed a cui non frega assolutamente niente dei problemi del resto del pianeta. Ci sono numerosi sceicchi, numerosi sceicchi Wahhabiti (Sahud-iti) che vengono li’ di tanto in tanto – li ho visti io stesso con i miei occhi, dato che ero li’, sono soliti frequentare questo club, il “Barocca”, in cui io stesso a volte sono stato il DJ dell’intera elite, si tratta di un luogo estremamente elitario, solo all’elite di più elevato livello è permesso l’ingresso in quel luogo. Quello che li’ si verifica è pura depravazione, Greg, tuttavia queste persone, allo stesso tempo, rappresentano i Principi, i Re, gli sceicchi, i “pezzi grossi” ebrei, insomma, i Sionisti, tutti insieme appassionatamente a mangiare dal comune piatto, piazzando i propri soldi naturalmente in Svizzera, ed inoltre vivendo in Svizzera. Insomma, si tratta di un gran bel posto in cui vivere: aria fresca, natura fantastica, ed inoltre party incredibili con ogni genere di alte personalita’, le quali, in Svizzera, non si sentono per nulla infastidite da alcunchè dato che la Svizzera è estremamente ‘riservata’, ed è appunto da li’ che la Milizia del Papa proviene, insomma, per tradizione, noi sappiamo quali siano, tradizionalmente, i personaggi, insomma a chi è affidato tale incarico in Vaticano? Alle Guardie Svizzere. Si tratta di un elemento simbolico, ma anche estremamente pratico. È un elemento giustificabile in base al fatto che la Guardia Svizzera, dicevo, la Guardia Svizzera è estremamente importante. La Guardia Svizzera è estremamente importante nel quadro di questo complesso gioco. Quindi, avere il proprio quartier generale li’ a Ginevra, quello dell’Ordine Mauriziano, è un elemento estremamente preoccupante se osservato dal punto di vista di chi si oppone agli Illuminati. È estremamente preoccupante che a questi personaggi sia permesso di fare esattamente quello che vogliono, a partire da quartier generali in paesi come la Svizzera, la quale garantisce speciali agevolazioni fiscali, trattamenti speciali per proteggere gli Illuminati che solitamente hanno interessi e beni lì, anche se li hanno comunque in altri paesi, naturalmente. Devo anche aggiungere che esiste una connessione dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro con numerosi ambiti affaristici (ndt – controllano tutte le società impegnate ad acquisire il controllo, tramite privatizzazione, delle risorse idriche), sono numerose le questioni con giri d’affari per miliardi che vengono gestiti tramite tale Ordine. Stiamo parlando di affari colossali, dagli elicotteri da guerra ad armi di ogni genere, qualunque cosa, insomma. Vendere armi proibite ad un paese che sarebbe sulla lista nera (proibita), eppure lo fanno, insomma, per loro si tratta di soldi, e lo fanno con il supporto dell’America, dell’intelligence americana che ha da sempre, sin da, insomma, da quando sono giunti in Europa dopo la II Guerra Mondiale, sono divenuti ancor più parte integrante di questo ‘gioco Vaticano’. Possiamo tranquillamente affermare che esiste una connessione, e tale connessione è riportata ‘incredibilmentè in un giornale come La Repubblica, quella è la ragione per cui ti ho inviato l’articolo, perchè li’ viene riportato come esista una connessione tra logge massoniche di estrema destra negli Stati Uniti e un personaggio noto come Giovanni Bricchi, che operava con lo stesso Vittorio Emanuele e con Licio Gelli, e che, oltre a Licio Gelli, nella questione fosse implicato un altro personaggio, un importante attore, anche se al momento non ne ricordo il nome, ma che in effetti erano ambedue in connessione con Ronald Reagan, naturalmente, e che Vittorio Emanuele sarebbe stato inoltre decisamente coinvolto in tutta la vicenda. Insomma, come ogni sovrano in Europa, se tu lavori per l’intelligence del Vaticano, stai facendo comunque gli interessi del Vaticano, e queste persone hanno sempre fatto gli interessi del Vaticano, e li hanno fatti prestandosi ad ogni genere di traffici, insomma, i soldi che passano per le banche vaticane rappresentano i soldi più sporchi e corrotti del pianeta, buona parte di questi, almeno, e parte di questa storia è stata in parte resa pubblica in passato, almeno in parte, con lo scandalo della P2, tuttavia loro hanno ancora l’assoluto controllo della situazione tramite associazioni segrete magari più note al pubblico come l’Opus Dei che controlla oggigiorno l’economia e la finanza del Vaticano.

Rotary Club2GS– Esattamente, mentre successivamente loro utilizzano queste loro organizzazioni, come l’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro di cui stiamo parlando oggi, fondamentalmente anche per coprire tutte le altre attivita’ che effettivamente conducono, perché alle persone che prestano attenzione a tutto questo viene detto: “Se voi affermate che tutte le responsabilita’ sono dei Cavalieri di Malta, dovreste rendervi conto che noialtri siamo coinvolti in questa associazione nota come Fondazione Americana dell’Ordine dei Savoia“. Eppure il principale delegato in quella struttura è il signor Carl Joseph Morelli che opera dal 605 della 3rd Avenue, o al 601, di New York City, che è un membro nell’Ordine di Lazzaro ed a cui fa riferimento lo stesso La Repubblica. Ora, il punto a cui voglio giungere è che, per esempio, anche tale Ordine è strettamente connesso ai Cavalieri di Malta. Queste persone lavorano insieme. Ora, tu hai mostrato prima come Hugo Balestrieri, che è a capo del Rotary Club di New York, fosse stato informato in anticipo dell’Undici Settembre, così come lo stesso capo della Loggia P2, un elemento che pone in connessione queste due “logge” e che questi risieda oggi qui a New York. Ora, nessuno ha investigato su di lui, e comunque, io potrei scommettere con te che se effettivamente cominciassimo ad indagare su Morelli, e su ciò che effettivamente avviene nella Fondazione Americana dell’Ordine dei Savoia, potremmo scoprire una serie di interessanti informazioni a proposito del funzionamento dell’intero sistema, in questo caso. Abbiamo operazioni di intelligence che coinvolgono…

CAVALIERI DI MALTALZ– Guarda, ti diro’ che Morelli è assolutamente connesso con Georgio Hugo Balestrieri perché egli rappresenta uno dei membri più importanti dell’Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro, insomma, sono tutti tra loro connessi, mi segui? Quindi, in effetti, sono tutti tra loro connessi, ed inoltre abbiamo parlato, ora che ricordo, del fatto che io fossi stato informato, da personaggi con cui sono ancora in contatto, del tentativo di realizzare un incontro, con la partecipazione non solo della famiglia reale dei Savoia in Italia, dei monarchi in effetti, e ciò è avvenuto non molto tempo fa in Italia, nell’ambito della P2, dei club della Universal Unity. Posso tranquillamente dirti che in quegli anni, negli anni ’70, c’era appunto questo attore, ecco, ora ricordo il suo nome, trattasi di Rossano Brazzi, che era tra l’altro un grande amico di Reagan, che era stato anch’egli un attore, insomma, potevano tranquillamente ‘recitarè insieme. In ogni caso, stavano conducendo insieme una vasta serie di operazioni segrete a livello internazionale, che, ti diro’, sono davvero incredibili, così come sono sufficientemente ‘incredibili’ quegli articoli che ti ho inviato, ed è questa la ragione per cui vale davvero la pena di tradurli perché forniscono dettagli essenziali sulla serie di accordi che sono stati nel tempo costantemente conclusi grazie a questi Ordini, e non si tratta semplicemente dei Cavalieri di Malta, perché, come ti ho detto prima, abbiamo un vasta network di Cavalieri di Malta, e mi riferisco all’Order of Saint John (Alleanza), ma abbiamo anche altri ordini come l’Imperial Club, o anche l’Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro che sono tutti tra loro connessi tramite una rete estremamente intricata, in riferimento alla quale, naturalmente, logge come la Loggia di Montecarlo della P2, hanno un ruolo essenziale. Ti ho sempre parlato dell’importanza legata al fatto di avere una loggia in una localita’ come Montecarlo, soprattutto quando hai l’intera questione connessa a benefici fiscali, oltre ad altro, che successivamente puoi agevolmente “coprire” semplicemente pagando dei soldi alle “persone giuste”, in localita’ come Montecarlo.

GS– Va bene, Leo, facciamo una pausa di tre minuti, bevi un bicchiere d’acqua, torneremo prestissimo con l’Investigative Journal, tra soli tre minuti.

(PAUSA)

MASSONERIA & ILLUMINATIGS– Bene, siamo tornati con il mio ospite Leo Zagami, state ascoltando l’Investigative Journal, prima di tornare a Leo, permettetemi di parlare del fatto che la Roma Papale – anzi, prima di parlare di questo voglio anche dire molto chiaramente ai miei ascoltatori che è davvero incredibile il fatto che di questa storia non si parli, e tutto questo vi mostra il potere che hanno, al livello dei media, per tenere lontane queste informazioni dal popolo americano, anche perché se davvero il popolo americano sapesse mai la verita’ a proposito di ciò che sta effettivamente accadendo, della progressiva distruzione di questo paese a partire dalle sue stesse fondamenta, anche perché questa è esattamente la maniera in cui loro hanno agito, utilizzando questo paese per i loro scopi, che miravano alla dominazione del mondo intero. È di questo che ci stiamo rendendo conto, oggi, e grazie a Leo, avete avuto la possibilita’ di comprendere la maniera in cui aristocratici, quali lo stesso Re Vittorio (Emanuele), che torna con la sua famiglia, che torna ora in Italia, denunciando il governo italiano per milioni e milioni (euro) dopo essere stato scacciato dal proprio paese per aver collaborato con Hitler. Oggi stiamo assistendo al ritorno, alla ribalta di quest’intero sistema di potere in Europa, stiamo assistendo al ritorno di monarchi, di queste organizzazioni dell’elite, e di tutte le organizzazioni di cui abbiamo parlato, e che torneremo a trattare tra un momento, ma lasciatemi dire questo, la Roma Papale ha meritato la sua cattiva fama poichè responsabile di falsificazione di documenti storici, dichiarazioni mendaci, genocidi di massa, inquisizione, omicidi di capi di Stato, appropriazione indebita della proprieta’ degli eretici, così come per aver fomentato rivoluzioni e guerre. Ci stiamo rendendo conto di quello che stanno facendo oggi, in Medio Oriente, e se non credete a ciò che vi sto dicendo, esistono una vasta serie di testi consultabili che potreste leggere, e lasciate che vi segnali alcuni libri: “Bloody Hands and Wicked Hearts”, “Death by Government, Death by Church”, “Fifth Columnists”, “The Sinful Revisors and Editors of History”, si tratta di libri liberamente disponibili, cercateli con Google, e cominciate a studiare la verita’ a proposito di ciò che Roma vi sta da sempre nascondendo, e la maniera in cui il nostro governo sta cooperando con loro da anni. La mia speranza, e la mia preghiera, croce_Maltaè che almeno i media alternativi comincino a fare pulizia al loro interno, perché tutte le persone che ci stanno ascoltando, quei milioni di persone che si sono allontanate dai mainstream media e che ora ascoltano trasmissioni come questa, dovrebbero cominciare a chiedere ai media alternativi di presentare la verita’ a proposito di determinate questioni, e questi ultimi non dovrebbero impegnarsi invece per nasconderla, come ora stanno facendo, come lo stesso Jeff Rense sta facendo nella sua seguitissima trasmissione, come lo stesso Alex Jones sta facendo nella sua seguitissima trasmissione, così come stanno facendo tutti quelli che si rifiutano assolutamente di trattare questo tema. La ragione per cui non lo fanno sta nel fatto che sono in realta’ impegnati a realizzare le stesse cose, ma seguendo un’altra strada, che tutti questi criminali sui mainstream media stanno realizzando. Quindi esiste un occultamento di dimensioni enormi dei crimini di Roma, in collaborazione con il nostro governo e con numerosi altri governi di tutto il mondo, così come sono tutti impegnatissimi ad attribuire agli ebrei le colpe per aver fomentato le Guerre Mondiali, di essere i veri dominatori del mondo, questo è il messaggio propandistico quasi quotidiano che ci tocca sorbire ogni giorno sui media alternativi, quando esistono invece un’infinita’ di prove che punterebbero in un’altra direzione. Il Papato Vaticano, i Gesuiti, e l’entourage dei Cavalieri di Malta, e permettetemi di farvi un esempio, dopodichè torneremo a Leo. Blanchard nel suo libro, ricordate che ho fatto menzione di questo personaggio all’inizio, il signor Blanchard, che, negli anni ’50, ha scritto a proposito del Papa, e del potere e dell’autorita’ di Roma, in campi quali Medicina, Istruzione e Politica Estera, ora, noi abbiamo un personaggio di nome Leonard Horowitz, il dottor Leonard Horowitz, il quale appunto di recente è entrato a far parte dei Cavalieri Ospitalieri in Russia, si tratta di una sezione russa che è parte integrante dei Cavalieri di Malta, tutto questo significa che egli è direttamente connesso al Vaticano, si inginocchia e bacia l’Anello Papale. Ora, perché dovremmo pensare a lui come a un patriota che opera nella comunita’ medica quando egli stesso appartiene a quel gruppo? Ma non si tratta solo di questo, di recente, appena una settimana fa, in una trasmissione su un’altra stazione radio – egli sapeva che avevo scritto di lui, ed ha cercato di girare acrobaticamente intorno all’argomento, sostenendo: “Voglio che tutti sappiano che io non sono un membro dei Cavalieri di Malta”, dichiarazione che sta ad indicare in pratica come egli stia ammettendo: “Sono d’accordo, i Cavalieri di Malta sono un gruppo particolarmente discutibile”, altrimenti perché sarebbe così interessato a prendere le distanze da loro, quindi, e mi riferisco alle sue affermazioni, egli ha sostenuto, e probabilmente ascolterete il mio pappagallo ripetere le mie stesse conclusioni, in ogni caso, egli ha affermato di non essere un membro dei Cavalieri di Malta, che non è quindi un membro di quel gruppo, che è soggetto al Papa, ma che è invece membro di un gruppo differente, che ad essi non sarebbe connesso. Quindi, in effetti, ci sta prendendo in giro, perché i Cavalieri Ospitalieri sono assolutamente parte della stessa struttura di cui sono parte i Cavalieri di Malta, così come i Cavalieri dei S.S. Maurizio e Lazzaro, insomma, l’Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro è connesso ai Cavalieri di Malta e all’Opus Dei, e altrettanto lo sono i Cavalieri Ospitalieri di Russia, e comunque, Leo, potresti chiarire la situazione, in maniera da non farci sfuggire questo personaggio, parlando del suo ordine cavalleresco?

gius1LZ– Certamente. Bene, i Cavalieri di Malta furono fondati, ovviamente, come tutti sappiamo, sull’isola di Malta, ma ciò che accadde fu che, quando Napoleone conquisto’ l’isola di Malta, dopo che egli invase l’isola di Malta, questi Cavalieri furono costretti a spostarsi altrove, anche perché lo stesso Napoleone era parte integrante di un altro piano degli Illuminati che in quella fase temporale coinvolgeva i Gesuiti, che stavano prendendosi la loro rivincita sul Papato, e tramite Napoleone stavano anche prendendosi la propria rivincita sui Cavalieri di Malta, che rappresentavano i “protettori” del Papato, e lo fecero utilizzando Napoleone, che era un personaggio assolutamente fondamentale per loro. Quindi, fu per loro (Cavalieri di Malta) necessario trovare un nuovo rifugio, e dov’è che esattamente si rifugiarono? Si rifugiarono in Russia. In Russia, i Cavalieri di Malta hanno sempre rappresentato una componente essenziale dell’establishment e della nobilta’, e grazie a questo trasferimento obbligato, lo stesso Zar (ndt – Cristiano Ortodosso) fu per un certo periodo di tempo riconosciuto come Principe della Chiesa di Roma, un elemento che è al limite del risibile, divenendo un Gran Maestro, addirittura un Sovrano Gran Maestro dei Cavalieri di Malta. Quindi, i Cavalieri di Malta, successivamente, restarono in Russia, andando a costituire una componente essenziale della famiglia reale che era a sua volta connessa con gli altri sotto-ordini dei Cavalieri di Malta, ovvero gruppi quali l’Ordine di S. Giovanni, che, come abbiamo detto prima, costituiva semplicemente il medesimo ordine nella forma da esso assunta nei paesi in cui vigeva la Riforma (protestante). Esisteva un legame assai particolare tra lo Zar e la famiglia reale di Danimarca, e inoltre anche con riferimento al Rito massonico praticato in Russia, ovvero la massoneria di Rito Svedese, che rappresenta la forma più cristiana della massoneria, e che è anche la più approvata dal Vaticano ai nostri giorni, la più “benedetta”, anche perché viene vista come una creazione, in un certo senso, come una vera e propria creazione dei Gesuiti, e si tratta di una creazione dei Gesuiti particolarmente apprezzata nei paesi scandinavi, che sono particolarmente fieri di questa versione della massoneria da loro praticato. Un Rito che appare piuttosto oscuro invece a chi pratica la massoneria in altri paesi.
librosacroE infatti in Scandinavia, devi necessariamente essere cristiano per entrare a far parte della massoneria, non puoi farne parte se sei un fedele di altre religioni, devi necessariamente essere un cristiano. È inoltre interessante anche il fatto che, per esempio, abbiamo capi di Stato e famiglie reali, all’esterno dell’Europa ed all’esterno del mondo cristiano, che abbracciano questi stessi ordini sacri. Ad esempio, l’Order of the Holy Annunciation, che è un ordine estremamente importante che è considerato uno dei supremi ordini al mondo, uno dei 3 supremi ordini al mondo, a cui possono accedere solo ed esclusivamente membri delle famiglie reali e attuali o passati capi di Stato, e tra i membri di tale ordine, ai nostri giorni, c’è addirittura l’Imperatore del Giappone. L’Imperatore del Giappone, che siamo soliti ritenere estremamente distante da simili strutture, è in realtà assolutamente legato agli Illuminati, ed assolutamente sottomesso al potere del Vaticano, grazie ad un lungo programma che fu avviato già dai Gesuiti e dai loro primi missionari molto tempo fa. Tale programma è continuato sino ai nostri giorni, e in questo senso, abbiamo una componente estremamente importante di cavalieri “cristiani” che segretamente si “prendono cura” di paesi come il Giappone. Si tratta di una questione particolarmente scandalosa, l’intera questione. La gente che ci sta ascoltando, Greg, dirà certamente: “Questo è impossibile, non è possibile”. In ogni caso, io ho un documento, che ho allegato all’ultima e-mail che ti ho inviato, Greg, che fa riferimento appunto a questo, in esso si parla dell’Order of the Holy Annunciation e viene illustrato come, tra gli attuali membri, non figurino soltanto il Re di Spagna e il Re del Belgio, ma anche l’Imperatore del Giappone. Tutto questo è veramente importante perché vi fa comprendere come, anche nell’Estremo Oriente, esista una connessione assoluta che arriva quindi fino alla Cina, grazie ad Hong Kong, tramite connessioni segrete agli Illuminati dell’Occidente, e quindi tra gli Illuminati dell’Occidente e gli Illuminati dell’Oriente, anche perché questi ultimi (in Oriente) hanno le loro strutture in forma di società segrete quali la Triade, quali la Yakuza, che sono estremamente potenti e sono in grado di controllare quelle società. È inoltre presente la massoneria che è stata importata dall’Occidente e rielaborata a loro modo, secondo un loro “format”. Di conseguenza, sono guerra-libia-tregua-misurata-onututti assolutamente impegnati, ovunque si trovino nel mondo, in vista della realizzazione di un NWO che ha la sua “stanza di compensazione” nelle Nazioni Unite (ONU), all’interno della quale, personaggi come i Cavalieri di Malta hanno addirittura il loro “seggio”, perché bisogna sempre ricordare che tanto i Cavalieri di Malta, quanto l’Ordine dei Templari dalla Scozia, hanno un seggio, così come altri ordini che ora non elenco perché non ho esattamente di fronte a me i loro nomi, ma ci sono comunque numerosi ordini della fede cattolica cui in realtà è garantito un seggio all’interno delle Nazioni Unite (ONU). Questo avviene al di là delle possibilità di intervento e controllo di chiunque, voglio dire, un individuo non può fare altro che rimanere pietrificato dal livello di manipolazione, e da quanto bene siano in grado di farci credere che le cose stiano in maniera assolutamente differente, anche perché i media stanno assolutamente facendo il lavaggio del cervello a tutti sul pianeta Terra, convincendoli della situazione opposta, ovvero facendogli credere che vi sia assoluta libertà, mentre in effetti oggi non vi è assolutamente alcuna libertà. Si tratta solo e soltanto di decisioni prese dal Papa, dal Generale Gesuita, dalle numerose famiglie di Sionisti che operano nell’ambito del sistema bancario per conto di queste lobby. Ognuno di questi elementi è parte del NWO che, a quanto pare, può operare solo e soltanto se “benedetto” dal Papa, questo è quello che effettivamente si verifica quando tiriamo le somme.

GS– Certo, ed è semplicemente impressionante notare quale sia il numero di leader di vari paesi, in tempi recenti, che stanno ora inginocchiandosi al cospetto del Papa, è un processo che coinvolge il mondo intero.

LZ– Semplicemente per chiudere la questione riguardante i Cavalieri di Malta russi, ovviamente la loro tradizione è lievemente differente, pur tuttavia sono sempre e comunque soggetti al controllo ultimo e ricevono la propria legittimazione solo ed esclusivamente da Roma, se si vuole essere un autentico Cavaliere di Malta, anche perché ci sono stati in passato casi di Cavalierati di Malta di cui sono stati insigniti determinati personaggi che ne approfittavano un po’ troppo, tentando anche, in un certo senso, di ricavare soldi “extra” da quella “condizione”, convinti del fatto che il Vaticano li avrebbe lasciati fare senza proferire parola, ma alla fine il Vaticano ha individuato tutti i vari “furbetti” impegnati di continuo ad utilizzare “quel” nome e li ha “puniti” nelle maniere più diversificate. In ogni caso, come ho detto, i Cavalieri di Malta di origine russa operano esattamente nella stessa maniera, poiché i Cavalieri di Malta possono definirsi tali solo e soltanto se sono “servi devoti di Cristo”, seguendo cioè quelli che sono i “principi” della “Successione Apostolica” che vengono gestiti solo da Roma, e questo principio (Successione Apostolica) vale, seppure in segreto, anche per la Russia, anche perché la Russia era retta da una famiglia reale che era parte integrante di questo sistema. È necessario essere…

len_pic_owlGS– In base a ciò che sai, avendo frequentato questi personaggi per anni, è mai possibile che qualcuno come lo stesso dottor Leonard Horowitz, che è un membro dei Cavalieri di Malta in Russia, dopo che è stato insignito del Cavalierato, possa mai esprimersi, come io stesso ho fatto, contro il Papa, contro l’istituzione cattolica, contro i Gesuiti, senza che questi ultimi lo prendano di mira?

LZ– Assolutamente no, se egli è stato davvero insignito del Cavalierato di Malta, egli ha certamente preso una serie di importanti “Voti”, deve aver prestato, in pratica, anche un “giuramento” che lo ha posto in effetti in una condizione di assoluta obbedienza e di sottomissione a questi poteri. Insomma, egli non può certamente presentarsi e criticare l’ordine se non è in effetti strumentalmente manipolato dall’alto, per cui magari potrebbero avergli detto: “Raccontagli semplicemente un’altra storiella, invece, raccontagli che il tuo ordine non ha niente a che fare con noi”. Insomma, per la persona ignorante che magari va su internet per una ricerca e dà uno sguardo veloce sul sito web dell’Ordine a cui lui appartiene, ovvero ai Cavalieri di Malta (Ospitalieri) russi, che è uno dei due rami in esistenza ai nostri giorni di questo ordine, in ogni caso, ambedue questi ultimi sono controllati da aristocratici che sono assolutamente connessi, in effetti, agli originari Cavalieri di Malta, altrimenti non sarebbero neppure parte di questo sistema, poiché questo stesso sistema ha creato ed ha gestito, ad un certo punto, un “esperimento”, ovvero quella che è stata l’Unione Sovietica, che era assolutamente controllata, si è trattato di un esperimento, insomma. Quindi, hanno effettivamente realizzato il loro esperimento, alcune persone hanno sostenuto che gli ebrei lo avessero occultamente diretto, bene, posso affermare che esiste effettivamente in Russia un gruppo profondamente leale di Cavalieri di Malta che sono assolutamente fedeli al Vaticano, ed abbiamo notato tutti tale lealtà quando Putin si è presentato di fronte al Papa, insomma, abbiamo visto tutti come si sia inginocchiato di fronte al Papa, perché prende ordini dal Papa.

GS– Certo, e quello che accade è in fondo molto semplice, se si mantiene il Papa ed il Vaticano al di fuori della complessa equazione, qui in America, quando una persona fa ricerche a proposito di tutto questo, e cerca di rendersi conto di cosa siano in realtà gli Illuminati, o di come questo NWO operi, tende a partire dal presupposto che il Papa sia “buono”, che il Vaticano sia  “buono”. Tuttavia quando comincia a comprendere cosa esso sia nella realtà, quella sì che diventa una questione essenziale, come si fa a trasmettere questo messaggio alla gente anche in Europa?

urss2LZ– Personalmente, sono stato in Russia numerose volte, sono stato ospitato da loro ed ho organizzato con loro questo evento importantissimo al Bolscioi, ovvero questo teatro straordinariamente importante che è noto in tutto il mondo, e che si trova a Mosca, un luogo in cui solitamente si tengono grandi balletti, e presso il quale ho contribuito ad organizzare un evento per i bambini vittime del terrorismo. Tale evento è stato tenuto nel Febbraio del 2002, e sono stato lì con il responsabile capo degli Illuminati russi, e posso tranquillamente affermare che il personaggio più potente in quel luogo era Sergei Gordev, e lo stesso Sergei Gordev è profondamente leale a quella che è la causa degli Illuminati, che i Cavalieri di Malta ed il Vaticano rappresentano, principalmente in riferimento al “tradizionale”, al “Tradizionale” Sacro Romano Impero, che in definitiva, a loro parere, deve essere dominato da Roma, poiché questi sono Cavalieri che hanno prestato il loro giuramento di obbedienza, hanno giurato fedeltà a questa “legione del Male” che è rappresentata da Roma, una “legione di Satana”, se vogliamo, anche perché essi hanno dimostrato nel corso della Storia di operare il male, il male, e sempre più il male, e nessuno è ormai in grado di fermarli, e perché? Perché loro in effetti controllano l’intero network delle agenzie di intelligence. È semplicemente ridicolo pensare ad un personaggio come il Terzo Barone Rothschild, morto nel 1990, pensare a lui come a un “semplice” operativo dell’intelligence per conto dei sovietici, è assolutamente ridicolo, egli fu addirittura coinvolto, nell’ambito P2, nel pagamento dei killer responsabili dell’omicidio Calvi. Di conseguenza, il Terzo Barone di Rothschild è stato il personaggio che ha effettivamente dovuto tirare fuori i soldi nel caso di quell’episodio.

GS– Si dice che siano stati pagati 5 milioni (sterline/dollari) a questi killer per l’omicidio di Calvi, a quanto ammontava il pagamento?

fotointroLZ– Quel denaro fu pagato in due rate, in pratica fu pagato in due fasi, e materialmente pagato dal Terzo Barone di Rothschild in occasione di un incontro tenutosi in Svizzera, e quella rappresentò anche una delle ultime operazioni da lui condotte per conto dell’intelligence vaticana. Fu una delle ultime importanti operazioni condotte dallo stesso Barone Rothschild che, per la verità, era stato impegnato per tutta la vita nell’ambito dell’elite dell’intelligence, anche perché si trattava di un personaggio che veniva, come tutti gli altri membri della famiglia Rothschild, da un importantissimo background, non aveva bisogno di soldi per sopravvivere, egli intendeva vivere una vita avventurosa e quindi quello che fece fu unirsi ai Cavalieri di Malta ed entrare successivamente a far parte delle unità d’elite dell’intelligence, che sono al lavoro in tutto il mondo, ed in quella fase, soprattutto nel corso della II Guerra Mondiale erano particolarmente attive, ed egli stesso fu particolarmente attivo in quella fase, ed in effetti sono relativamente note le sue attività, le sue operazioni come membro dell’intelligence sono sufficientemente note, tuttavia sono meno note le questioni legate al fatto del “per chi” stesse effettivamente lavorando. Questa è una questione in parte simile a quella di Licio Gelli. Le persone sono a volte portate a pensare: “Si è trattato di un agente sovietico”. È una conclusione assolutamente ridicola, e vale lo stesso discorso nel caso del Barone Rothschild. Queste persone non avrebbero mai potuto essere delle spie sovietiche, perché una simile conclusione non ha mai avuto ragione di essere. Nell’ambito del NWO, l’esperimento sovietico era assolutamente sotto il controllo del Vaticano, e tale controllo del Vaticano veniva realizzato tramite i Cavalieri di Malta e le loro numerose denominazioni, creando un vero e proprio network, che includeva non solo Calvi, che fu ucciso, ma anche editori di giornali, alta finanza, forze di polizia, generali e ammiragli di elevato livello, che erano e sono ancora parte di questa Loggia P2 che, anche dopo la fine “ufficiale” della P2, successivamente allo scandalo che scoppiò a suo tempo, ha continuato ad operare a partire da località collocate all’esterno dei confini dell’Italia, come Montecarlo, come il Lussemburgo, ma anche in Sud America, mai toccati assolutamente da nessuno, ed hanno anche continuato ad operare in Italia senza essere toccati, cambiando le loro denominazioni, semplicemente cambiando le loro denominazioni. Noi abbiamo parlato in passato con te, Greg, del fatto che la Gran Loggia Unita Tradizionale ed il Grande Oriente Universale, che queste due Gran Logge operassero sotto la direzione di Mauro Lazzeri, del Gran Maestro Mauro Lazzeri e del Gran Maestro Luigi Piazza, a partire da Livorno, per conto della P2, sotto il controllo di Ezio Giunchiglia, sotto il controllo del Comandante Georgio Hugo Balestrieri, e sotto il controllo di personaggi come Marcinkus, quando quest’ultimo era ancora vivo.

GS– Stiamo parlando dell‘Arcivescovo Marcinkus da Chicago.

LZ– Naturalmente.

GS– Che è morto appena un anno fa.

142724LZ– Si trattava di un membro fondamentale dell’intero gruppo, dell’intera cospirazione, fino a quando era ancora vivo. Egli era ancora considerato come il personaggio che gestiva le “chiavi” della banca Vaticana, e le “chiavi” sono simboliche, naturalmente, eppure non sono semplicemente simboliche, in questo caso…

GS– Un attimo, abbiamo ancora un po’ di questioni da affrontare prima dell’interruzione pubblicitaria, comunque desidererei ascoltare alcune delle tue impressioni, alcune delle tue analisi in riferimento all’omicidio Calvi, in riferimento al Cardinale Marcinkus da Chicago, a proposito di ciò che effettivamente sapesse (Marcinkus), e se sei magari in grado di affermare che quando morì, fu in pratica la verità su Calvi a morire con lui? E sarebbe anche molto interessante notare che quando è morto, un anno fa circa – anche perché era stato allontanato numerosi anni fa dal Vaticano, quando lo scandalo scoppiò – e se magari le persone non ricordano esattamente l’episodio, lasciate che rinfreschi un attimo la loro memoria. Egli era stato accusato dal governo italiano di bancarotta fraudolenta, questa accusa cadde, il Vaticano perse 250 milioni di dollari, e ci sono sempre state una serie di speculazioni a proposito del fatto che Marcinkus fosse in realtà coinvolto nell’omicidio di questo presidente di banca, del Presidente del Banco Ambrosiano, agendo da Roma, perché questo stesso presidente di quella banca sapeva troppo. Ora, Marcinkus fu caricato su un elicottero americano e spedito a Phoenix dove ha vissuto fino ai suoi ultimi giorni, è stato per molti anni nella diocesi di Phoenix, nella diocesi cattolica di Phoenix, ed è molto interessante sottolineare, Leo, che circa un anno fa, quando ho ricominciato ad interessarmi a questa storia, senza dimenticare il periodo in cui avevo tentato di intervistarlo quando si trovava ancora lì a Roma, dato che mi trovavo appunto lì (in Italia) nel periodo in cui scoppiò lo scandalo. Stavo tentando di ricordare quella storia alle persone qui da noi (Stati Uniti), ed addirittura, in quella stessa fase, era stata avviata, circa uno o due anni fa, una nuova indagine ed un nuovo processo in relazione all’omicidio di Calvi, e i magistrati stavano tentando di interrogare Marcinkus, così come se ne parlava negli stessi media italiani. Mi è anche capitato di vedere alcuni video che mostravano giornalisti italiani impegnati a tallonare l’auto di Monsignor Marcinkus quando egli era ancora vivo, a Phoenix in Arizona, e naturalmente egli non rilasciò dichiarazioni. marcinkus-e-emanuela-orlandiTuttavia, è molto interessante sottolineare che, appunto in quel periodo, io stesso ero stato contattato dal suo “figlioccio” in America, che stava tentando di riferirmi come Padre Marcinkus fosse in realtà solo un “innocente” capro espiatorio. Mi ha parlato del fatto che egli (Marcinkus) fu semplicemente “troppo ligio ai suoi doveri”, ed io gli ho replicato che se quella era effettivamente la verità, perché non concedere a me una registrazione, un’intervista, a proposito di ciò che effettivamente Marcinkus sapesse a proposito degli Illuminati, del NWO, della Banca Vaticana, e gli ho inoltre promesso di non pubblicare assolutamente nulla sino al momento della sua morte, insomma fino alla sua morte, si trattava semplicemente di effettuare una registrazione da attribuire a lui. Bene, indovina cosa è accaduto? Ho chiesto di avere questa intervista tramite il suo figlioccio, che tra l’altro mi aveva contattato così, da un giorno all’altro. E quindi vorrei chiedere a te, perché pensi che loro abbiano fatto questo, e affronteremo questo tema dopo la prossima interruzione pubblicitaria, perché io credo tu conosca la maniera in cui solitamente operano. Ora, sono rimasto profondamente scioccato dal fatto che il figlioccio di Padre Marcinkus abbia perso del tempo per contattarmi, in numerose occasioni, mentre successivamente, quando ho tentato di ottenere questa intervista, indovina un po’ quello che è accaduto?

LZ– (Marcinkus) È morto…

GS– È morto e, nello stesso periodo, i media italiani erano impegnatissimi a rinnovare il loro interesse nei confronti di tutto questo. Successivamente, è stato scritto sui giornali come egli sia in realtà morto per un attacco di cuore, tuttavia è davvero strana la successione degli eventi, poiché 10 giorni dopo che gli avevo richiesto quell’intervista, ed era nel periodo immediatamente successivo alla presenza dei media italiani a Phoenix, egli è morto per un attacco di cuore, a quanto pare. Dimmi, tu credi che ci sia effettivamente stato qualche strano “giochino”?

LZ– Guarda, effettivamente sembra tutto molto strano, e conoscendo la maniera in cui operano, non escluderei affatto che egli sia stato effettivamente eliminato, per gestire poi al meglio la situazione.

GS– Bene…

Continua con parte 2…

Traduzione: Heimskringla

 

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci la tua email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi post nella tua casella di posta.

Segui assieme ad altri 176 follower

Archivio

Categorie

Blog Stats

  • 311,860 visite
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: