Capitolo 14 – L’Uomo Più Malvagio della Storia

L’UOMO PIU’ MALVAGIO DELLA STORIA

1. C’è un ulteriore capitolo da scrivere sulla linea di sangue di Gesù e Mariamne (Maria Maddalena), e riguarda ciò che a quanto pare è stato scoperto nella regione che circonda Marsiglia.

2. Se, nell’ambito delle informazioni che presentiamo, avete prestato attenzione alla storia dei concili della Chiesa e dei fondatori del Cristianesimo, allora saprete che, successivamente al primo concilio della Chiesa nel 48 d.C., Paolo raddoppiò i propri sforzi indirizzati a creare la sua nuova religione per rendere inoffensivi i Nazareni e il messaggio stesso di Gesù.

3. Sappiamo, in base al contenuto del Nuovo Testamento, che Paolo fosse stato impegnato in una serie di grandi missioni. Con ogni probabilità si trattava di un genere di missioni assai specifico, brillantemente occultate tanto per promuovere il Cristianesimo quanto per reclutare spie a livello locale al fine di rintracciare e scovare il rifugio della famiglia reale.

4. Mentre dalla Bibbia appare evidente che Paolo non si sia mai recato in Britannia o in Spagna, è pressoché certo che Paolo si sia a tutti gli effetti recato in Britannia. Una leggenda racconta di come egli sia giunto lì ed abbia attraversato la regione controllata da Giuseppe, e la stessa Glastonbury, transitando nell’area del Devon. Esiste un antico racconto, in questa stessa area, che riferisce il fatto che il “Diavolo” abbia visitato il Devon.

5. Sappiamo inoltre che Paolo fu scomunicato intorno al 59-60 d.C. A causa dei suoi terribili crimini contro la vera Chiesa di Gesù.

6. Su tale base, i seguenti eventi risultano tristemente, e con tutta probabilità, la vera storia di ciò che accadde nel caso di Gesù, Maria e Giuda in seguito all’opera dell’uomo più malvagio della storia umana, il fondatore del Cristianesimo, Paolo di Tarso.

7. Essendosi impegnato a predicare apertamente assolute menzogne per danneggiare Gesù e l’effettivo messaggio dei discepoli di quest’ultimo, sin dal 50-52 d.C., Gesù e Mariamne (Maria Maddalena) ne avranno certamente avuto notizia.

8. Probabilmente, in una prima fase, Gesù fu in grado di contenersi. Ma quando il momento della scomunica di Paolo giunse, non fu probabilmente in grado di rimanere a lungo in silenzio. E’ possibile che sia stato Gesù stesso l’istigatore di tale evento tramite l’invio di uno specifico messaggio a suo fratello Giacomo, citando in giudizio Paolo affinché fosse scomunicato quale primo eretico della storia cristiana.

9. Tuttavia, agendo in questa maniera, Paolo e il Casato di Ananus avrebbero potuto finalmente rendersi conto della località in cui si trovavano tanto Gesù stesso quanto la famiglia reale.

10. Dopo essere stato scomunicato, Paolo quasi certamente tornò all’opera, impegnato nella sua grande “terza” missione, e raggiungendo la Francia. In base alla leggenda di Lazzaro, Paolo e la sua banda di assassini scovarono Gesù e con ogni probabilità fu Paolo stesso ad uccidere Gesù, tagliandogli la testa per consegnarla, come prova, a Jonathan (Gionata) ed al resto della famiglia dei Sommi (Alti) Sacerdoti.

11. A quanto pare, almeno in base alla leggenda di Mariamne (Maria Maddalena) – che, ormai sola, si nascondeva nella grotta di una collina nei pressi – Paolo uccise anche Giuda, il figlio più giovane di Gesù. Egli assegnò quindi ad un altro gruppo il compito di dare la caccia a Mariamne (Maria Maddalena) e di eliminarla, e immediatamente dopo partì per fare ritorno a Gerusalemme con la testa tagliata di Gesù quale trofeo da mostrare ai suoi padroni e all’effettivo e segretissimo Sommo (Alto) Sacerdote del Cristianesimo, Jonathan (Gionata).

12. La testa di Gesù, a quanto pare, andò successivamente perduta, fino a quando tale “tesoro” fu infine riscoperto da un manipolo di cavalieri sotto le rovine del Grande Tempio, che successivamente si impegnarono a fondare i Templari. Gli altri resti di Gesù, di Mariamne e dei loro figlio furono tutti ritrovati nella tomba perduta di Gesù e della sua famiglia, quella scoperta nel 1980, a Talpiot est.

13. Purtroppo i resti di Gesù, di Mariamne, di Giuda, di Giacomo e degli altri furono sottratti dagli ebrei ultra-ortodossi, che devono il loro patrimonio storico-religioso ai farisei, e furono sepolti nuovamente in una località ad oggi sconosciuta.

14. Nel 62 d.C., incoraggiato dagli eventi, Jonathan (Gionata) riuscì a far sì che suo fratello fosse eletto Sommo (Alto) Sacerdote, e nello stesso anno Maria fu finalmente rintracciata ed assassinata, mentre Paolo fu responsabile della brutale tortura pubblica e dell’assassinio di Giacomo, fratello di Gesù.

15. Il resto è storia. L’uomo più malvagio che mai abbia messo piede sulla terra fu finalmente decapitato nel 65 d.C., ma solo dopo che circa mezzo milione di persone fu massacrato ad opera dei suoi fanatici seguaci.

(fonte: The Holy Grail – Bloodline of Jesus Chapter 14 – The Most Evil Man in History – Traduzione: Heimskringla)

… continua con il Capitolo 15…

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci la tua email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi post nella tua casella di posta.

Segui assieme ad altri 190 follower

Archivio

Categorie

Blog Stats

  • 338,882 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: