Capitolo 5 – Lazzaro, il “Buon’Uomo”

LAZZARO, IL “BUON’UOMO”


1. Le leggende riguardanti Lazzaro non terminano in occasione del suo viaggio in Francia con la sua compagna di viaggio Mariamne (Maria Maddalena).

2. La tradizione afferma che Lazzaro e Mariamne (Maria Maddalena) fossero sbarcati in Provenza, in Francia, in una località nota oggi come Saintes-Maries. A partire da lì, si dice che Lazzaro abbia raggiunto Marsiglia, e che, dopo aver convertito un certo numero dei suoi abitanti al Cristianesimo, sia divenuto il loro primo pastore.

3. In base alla versione cristiana della storia, nel corso della prima persecuzione ai danni dei Cristiani ai tempi di Nerone (65 d.C.), si ritiene che Lazzaro abbia trovato rifugio in una cripta, su cui la celebre Abbazia di San Vittorio (Vittore)(St Victor) fu poi costruita nel V secolo.

4. Fu quindi sepolto in questa stessa cripta, quando invece avrebbe dovuto essere arrestato, imprigionato al tempo di Domiziano (51-96 d.C.), e quindi decapitato in una località, tradizionalmente una grotta, situata sotto la prigione di Saint-Lazare.

5. In seguito, il suo corpo sarebbe stato trasportato ad Autun e sepolto nella cattedrale di quella città. Tuttavia, gli abitanti di Marsiglia affermano di essere in possesso della sua testa, quella che ancora ai nostri giorni venerano.

6. È interessante notare che, intorno alla stessa data della nascita di Domiziano, Paolo di Tarso iniziò il suo terzo grande viaggio “missionario” da Antiochia in direzione dell’Asia Minore, quindi attraversò la Macedonia e si spinse successivamente ad ovest fino a raggiungere la Spagna e quindi la stessa regione in cui Lazzaro si trovava in quella fase.

7. Quest’ultimo rappresenta un elemento assai singolare, perché Lazzaro era quasi certamente divenuto uno dei più antichi leader della chiesa della zona, sicuramente reso famoso dai resoconti di Giovanni, eppure i testi Cristiani fanno di tutto per sottolineare che Paolo non si trovasse assolutamente in aree prossime alla Spagna.

8. Perché i resoconti presenti nel Nuovo Testamento di Paolo sono tanto interessati ad escludere che egli abbia visitato la Francia, la Spagna o l’Inghilterra? Perché tali resoconti presenti nel Nuovo Testamento si presentano tanto simili ad un alibi?

9. Esisterebbero ulteriori e sorprendenti ragioni per sospettare che alcune delle tappe dell’itinerario di Paolo di Tarso siano state deliberatamente escluse dai resoconti, per qualche misteriosa ragione, in quanto legate all’esistenza di un principe reale britannico (Linus), uno dei figli della Regina Boudicca, che era divenuto il primo vescovo di Roma di cui esista documentazione, in particolare dal 58 al 64 d.C.

10. Tutto questo non può essere agevolmente liquidato come una pura coincidenza. Non vi sono dubbi sul fatto che Paolo rappresentasse l’architetto di questo episodio, elemento che starebbe ad indicare come egli avesse dovuto quantomeno recarsi in Britannia durante la sua terza “grande missione”, ed inoltre che quantomeno la famiglia reale del popolo Iceno della Britannia orientale si fosse convertita alla nuova religione rappresentata dal Cristianesimo di Paolo.

11. Ma perché la Chiesa desidera mantenere il segreto tanto su questo fatto quanto sulla tappa in Spagna? Perché dovrebbe? In cosa era impegnato o cosa ha effettivamente compiuto di tanto rilevante Paolo da dover essere tenuto fuori dalla storia? E come può Paolo aver convertito un intero popolo di decine di migliaia di persone a una nuova religione tanto rapidamente? E inoltre, perché la Chiesa appare tanto ferventemente impegnata a mantenere tale “miracolo” un segreto? Ne parleremo più avanti.

12. Lazzaro viene considerato uno dei santi patroni della Francia ed inoltre il primo vescovo di Marsiglia, anche se non esiste alcun resoconto ufficiale in base al quale sia possibile affermare che egli sia stato effettivamente insediato in tale ruolo.

13. Tuttavia, questione piuttosto singolare, esiste una seconda leggenda riferita a Lazzaro e legata a Cipro e a Costantinopoli.

14. Le chiese orientali sostengono che Lazzaro sia stato il primo vescovo di Cipro e che abbia vissuto lì per 30 anni, per poi morire serenamente intorno al 76 d.C., la sua festa si celebra il 17 ottobre.

15. La sua tomba, secondo la leggenda del Cristianesimo orientale, è rappresentata dal sito della chiesa bizantina dell’antica Kittim (oggi Larnaka). Il presunto rinvenimento e trasferimento delle sue reliquie, da Cipro a Costantinopoli, è stato registrato nell’anno 898 dopo Cristo, alcuni anni dopo l’avvenuta separazione tra la chiesa orientale e quella occidentale.

16. Successivamente, il 2 Novembre del 1972, una serie di resti umani, collocati in un sarcofago marmoreo appena sotto l’altare, furono scoperti durante i lavori di restauro della chiesa di Larnaka, e identificati come una parte delle ossa di Lazzaro.

17. L’antica disputa tra le chiese orientali ortodosse e le chiese d’occidente, a proposito di quale sito e di quali reliquie siano effettivamente quelle di Lazzaro, assume quindi delle caratteristiche straordinariamente peculiari.

18. Ci sono pochi altri esempi altrettanto palesi di una guerra senza quartiere a proposito delle reliquie sacre nella storia di altri santi dell’antichità.

19. In risposta, alcuni studiosi hanno proposto una serie di compromessi storici riguardanti l’effettiva cronologia e gli spostamenti stessi di Lazzaro tra Cipro e la Francia, facendo riferimento alla possibilità che il suo viaggio in Francia sia avvenuto molto tempo dopo il suo periodo di permanenza a Cipro.

20. Ciò è in effetti possibile, e indagheremo la possibilità che Lazzaro abbia effettivamente sostato in entrambe le località, a conferma pertanto delle pretese di entrambe le chiese cristiane, quella orientale e quella occidentale, le cui versioni potrebbero entrambe contenere elementi di verità.

21. Prima di approfondire le indagini a tale proposito, c’è un ulteriore elemento da considerare con attenzione, ovvero quello relativo all’età di Giuseppe e di Mariamne (Maria Maddalena) quando intrapresero i loro viaggi, così come la data della morte di Mariamne (Maria Maddalena) e il luogo della sua sepoltura con relativa localizzazione delle sue reliquie.

(fonte: The Holy Grail – Bloodline of Jesus Chapter 5 – Lazarus, the “Good Man” – Traduzione: Heimskringla)

… continua con il Capitolo 6…

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci la tua email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi post nella tua casella di posta.

Segui assieme ad altri 187 follower

Archivio

Categorie

Blog Stats

  • 328,277 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: