Capitolo 11 – L’Antipapa Onorio III

L’ANTIPAPA ONORIO III – INFORMAZIONI GENERALI

Nato come Cencio Savelli nell’ambito dalla “onnipotente” famiglia Savelli, sotto il Papato di Clemente III (1187 – 1191) e di Papa Celestino III (1191 – 1198), ricopriva la carica di tesoriere della Santa Chiesa Romana, per poi divenire Cancelliere della stessa tra il 1194 ed il 1198.

Nel 1197, egli fu nominato tutore del futuro Imperatore Federico II, che era stato posto a guardia del Papa Innocenzo III (1198 – 1216) dalla Imperatrice vedova Costanza.

Egli fu elevato alla carica di Cardinale prima del 13 Marzo del 1198, data in cui ottenne il Titulus dell’Incarico Titolare di San Giovanni e Paolo.

Alla morte di Papa Innocenzo, le fazioni che si davano battaglia per la carica Papale erano capeggiate dai Cardinali Ugolino da Ostia (che successivamente divenne Papa Gregorio IX) e da Guido da Praeneste, e, per risolvere le controversie, venne scelto di conferire l’incarico a Cencio come una soluzione compromissoria. Egli fu quindi consacrato a Perugia il 24 Luglio ed incoronato a Roma il 31 Agosto, prendendo possesso del Laterano il 3 Settembre del 1216.

Onorio III è il Papa che riconobbe, dall’alto della sua carica, l’Ordine Dominicano nel 1216 e quello Francescano nel 1223. Egli approvò, in particolare, la Regola di San Domenico nella sua Bolla Papale Religiosam Vitam , datata 22 Dicembre 1216, e quella di San Francesco nella Bolla Papale Solet Annuere del 29 Novembre del 1223 .

Durante il suo Pontificato numerosi ordini terziari vennero inoltre ad esistenza. Egli approvò infatti l’Ordine dei Fratelli Francescani e delle Sorelle della Regola di Penitenza con la Bolla Papale Memoriale Propositi. Il 30 Gennaio del 1226 approvò l’Ordine Carmelitano nella sua Bolla Ut Vivendi Normam. Approvò infine la congregazione religiosa “Vals des Ecoliers” (Vallis Scholaris, la Valle degli Studiosi), che era stata fondata da quattro pii professori dell’Università di Parigi.

Uno dei più importanti degli scritti da lui commissionati fu inoltre il Liber Censuum Romanae Ecclesiae che rappresenta la più importante fonte per rintracciare le posizioni medievali della Chiesa riguardo le proprietà ad essa facenti capo ed in parte opera anche in continuità con quella frode di gran successo che è il Liber Pontificalis nello stabilire la leggenda mitica della successione apostolica.

Ma senza alcun dubbio, il suo contributo più noto e raffinato resta senz’altro il più noto dei Libri di Magia Nera mai scritti, ovvero Il Grimoire di Onorio il Grande, in particolare concentrato sulle modalità per la conduzione del sacrificio umano e finalizzato essenzialmente a porre in essere ed affermare il concetto odierno di stregoneria, contemporaneamente fornendo la possibilità di eseguire sacrifici umani ad opera degli ordini religiosi da lui stesso posti in essere, sulla base della colpa legata all’aver condotto attività di stregoneria.

Onorio morì nel Marzo del 1227, a lui successe Papa Gregorio IX.

Lista di Crimini Efferati Commessi:

a) di aver creato una attività illegale al fine di perseguire propositi criminali: che Onorio III abbia approvato e creato l’Ordo Praedicatorum, o Ordine dei Predicatori Domenicani di San Domenico (vedi anche Religiosam Vitam e Nos Attendentes) come un Ordine avente il compito di perseguire le eresie tra le popolazioni esistenti e gestire il pentimento, la tortura o la sentenza capitale per gli eretici. In particolare, per fornire supporto speciale alle unità militari nella caccia e nell’eliminazione degli eretici stessi.

b) di aver creato una attività illegale al fine di perseguire propositi criminali:  che Papa Onorio III (1216 – 1227) abbia deliberatamente scritto e pubblicato uno dei più famosi Libri di Magia Nera, ovvero il Grimoire di Onorio il Grande, concentrandosi in particolare sulle modalità di conduzione del sacrificio umano e fissando per i posteri l’esistenza effettiva della stregoneria; ponendo inoltre a disposizione, tramite il manoscritto stesso, la trattazione delle tecniche da adottare nel sacrificio rituale di feti e bambini, e ciò per soddisfare le abitudini e le esigenze secolari di ricche e benestanti (ma non Sadducee) famiglie nobiliari; che, in aggiunta, tali testi rivelassero alcune pratiche occulte effettivamente praticate dal culto Romano Cattolico, le quali vennero ridefinite al fine di porre in essere un credibile “male” alternativo al Culto Romano stesso e rendere così possibile l’opera dell’Inquisizione tramite il sacrificio umano in pubblico e l’appropriazione indebita delle proprietà degli eretici. Ancora ai nostri giorni, viene creduto che siano stati gli “Ebrei” e non la Chiesa Cattolica Romana ad aver formalizzato l’odierno concetto di Stregoneria e gli stessi testi “satanici” che risalgono al Tredicesimo secolo.

(fonte: “Influential People: AntiPope Honorius III” – Traduzione: Heimskringla)

… continua con il Capitolo 12…

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci la tua email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi post nella tua casella di posta.

Segui assieme ad altri 187 follower

Archivio

Categorie

Blog Stats

  • 328,277 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: