Il Giudaismo

QUADRO GENERALE


Il Giudaismo moderno rappresenta una delle più antiche religioni praticate ai nostri giorni. E’ fondato sulle riforme introdotte dalla colonia di Yavne, in Palestina, successivamente alla distruzione di Gerusalemme nel 70 dopo Cristo, quelle che diedero vita al Giudaismo moderno o ‘Giudaismo Rabbinico’, e deve le proprie radici a una straordinaria fusione di ortodossia Farisaica e saggezza Essena.

Sebbene il Giudaismo oggi abbia una evidente e ininterrotta storia in qualità di struttura religiosa che perdura da oltre 1900 anni, essa proclama spesso una antichità che ne traccerebbe l’origine a un passato ancora più lontano, a migliaia di anni prima.

Sfortunatamente, quest’ultima è in massima parte una cattiva rappresentazione di fatti storici inoppugnabili, riconducibili al fatto che, prima del 70 dopo Cristo, il Giudaismo fosse assai distante dal presentarsi quale una religione unitaria, coesa ed omogenea.

Al contrario, l’antico Giudaismo, quello da datare a migliaia di anni a ritroso nel tempo, potrebbe essere descritto al meglio come un insieme di fazioni in competizione a livello culturale, religioso e politico che condividevano una storia comune, e spesso antipatie reciproche, e in alcuni casi credenze condivise.

Per numerosi aspetti, il più potente gruppo Ebraico, a livello di cultura e di fazioni, prima del 70 dopo Cristo, fu rappresentato dai Sadducei, e non dai Farisei, che in definitiva possiamo affermare abbiano fondato il Giudaismo che oggi conosciamo. Tuttavia, il gruppo Ebraico noto come Esseni reclamava addirittura un più antico retaggio rispetto ad ambedue le altre correnti. Ci sarebbero poi gli enigmatici Nazareni.

Oggi, 14 milioni di persone identificano sé stesse come Ebree, e circa 3 miliardi e mezzo di persone seguono sistemi religiosi direttamente influenzati dal Giudaismo (inclusi il Cristianesimo, l’Islam, e la Fede Bah’ai).

Il Giudaismo moderno è un fenomeno complesso che incorpora tanto l’elemento nazione quanto quello religione, e che spesso combina la rigorosa adesione a precetti rituali con atteggiamenti più permissivi nell’ambito della pratica religiosa.

L’articolo di fede centrale del Giudaismo moderno è quello che sostiene l’esistenza di un unico Dio. Il Monoteismo non era comune nella fase in cui il Giudaismo si sviluppò, tuttavia, nella tradizione seguita dai Farisei, si ritiene, in base alle sacre scritture, che Dio abbia rivelato sé stesso ad Abramo, ovvero colui che si ritiene sia stato l’antenato del popolo Ebraico. A partire dalla sua rivelazione ad Abramo, pare che Dio si sia preso particolarmente cura degli Ebrei (Hebrews) (che successivamente sono stati indicati come Ebrei (Jews)).

Seguendo i principi delle scritture inizialmente elaborate da Geremia e Baruch intorno al 600 avanti Cristo, e più tardi da Nehemiah e da Ezra intorno al 450 avanti Cristo, gli Ebrei credono che dopo essere stati liberati dalla schiavitù in Egitto, Dio abbia rivelato i Dieci Comandamenti a Mosè, oltre a numerose prescrizioni di carattere etico e religioso racchiuse nella Torah (“la Legge”). Numerose di tali prescrizioni (mitzvah) enfatizzavano elementi quali la purezza dei rituali (purezza rituale) e l’importanza attribuita al fatto di impegnarsi a rimanere separati dalle confinanti culture politeistiche.

Al di là del suo rigoroso monoteismo, il Giudaismo fa riferimento a una quantità di principi religiosi relativamente limitata. L’identità Ebraica è fondamentalmente associabile al fatto di appartenere ad un antico popolo ed al fatto di impegnarsi nel preservarne le tradizioni. Il Dogma, seppure importante, assume un ruolo secondario. Sebbene il pensatore medievale Rabbi Maimonide abbia un tempo enumerato “13 Articoli di Fede”, numerosi Ebrei non li accettano nella loro totalità, e le credenze Ebraiche tendono relativamente poco omogenee in relazione a numerose questioni teologiche così come nella visione della natura umana e in quella dell’aldilà.

Le divisioni nell’ambito del Giudaismo, note come “movimenti”, si sono sviluppate in tempi recenti come modalità di reazione variamente articolata nei confronti della secolarizzazione e della modernità. Il Giudaismo Ortodosso rappresenta il gruppo più conservativo, conservando quasi tutti i riti e le pratiche tradizionali. Sul lato opposto dello spettro, gli Ebrei Riformati (Reform Jews) conservano la propria identità Ebraica, ma assumono un atteggiamento più aperto e permissivo rispetto a numerosi principi e pratiche tipicamente Ebraiche. Il Giudaismo Conservatore si colloca essenzialmente a metà dello spettro, assumendo un approccio più moderato nella sua applicazione del Giudaismo nel mondo moderno.

Gli Ebrei di tutti i movimenti celebrano numerosi giorni speciali nel corso dell’anno, e nel corso della vita di ogni persona. Nel calendario Ebraico, tutti i giorni cominciano al tramonto, per tutte le feste (vacanze) cominciano al calar del Sole e terminano al sorgere del Sole. Le principali festività religiose includono la Pasqua Ebraica (Passover), il Rosh Hashanah e lo Yom Kippur.

La Hannukkah, storicamente una festività di minore rilevanza, ha assunto un’importanza maggiore nell’ultimo secolo per quegli Ebrei che vivono nelle aree in cui viene celebrato il Natale.

Il Sabbath, un giorno di riposo e di culto presso le sinagoghe, viene osservato in occasione di ogni Sabato.

Per riconoscere il ruolo di Dio e della comunità Ebraica nella vita di ogni persona, numerosi eventi relativi al ciclo di vita di una persona vengono osservati mediante riti di carattere tradizionale. In occasione del primo Sabbath successivo alla nascita di un bambino, l’orgoglioso padre è chiamato a presentarsi in sinagoga per recitare benedizioni a beneficio della madre e del bambino. Otto giorni dopo la nascita, i bambini maschi vengono circoncisi.

All’età di 13 anni (12 per le ragazze), il ragazzo diviene un “Bar Mitzvah”, un “Figlio del Comandamento”, mentre la ragazza diviene una “Bat Mitzvah”, “Figlia del Comandamento”. L’occasione è caratterizzata dalla prima lettura pubblica da parte dei giovani della Torah all’interno della sinagoga (solo i maschi possono farlo nelle congregazioni Ortodosse), seguite da grandi e gioiose celebrazioni.

Le cerimonie matrimoniali Ebraiche incorporano numerose antiche tradizioni e gesti simbolici (inclusa la ben nota rottura dei bicchieri), mentre i divorzi vengono concessi nell’ambito della comunità Ebraica.

In occasione della morte, il corpo di un Ebreo viene preso in custodia dalla “chevra kiddisha”, la “sacra società”, che lava il corpo e lo prepara per la sepoltura. Il deceduto viene trattato con grande rispetto e mai lasciato da solo. Dopo la sepoltura, i cari del deceduto osservano un periodo formale di lutto, la cui natura decresce gradualmente nel corso dell’anno. Il deceduto viene ricordato e onorato ogni anno in occasione dell’anniversario della morte.

Oltre a queste particolari festività e cerimonie, la vita Ebraica è caratterizzata dalla pratica religiosa regolare. Ogni Sabato, il Sabbath viene osservato tramite la cessazione del lavoro, la frequentazione della sinagoga e il trascorrere la propria giornata a casa con la famiglia . Lo studio della Torah e di altre scritture Ebraiche è considerato estremamente importante, e numerosi bambini Ebrei frequentano la scuola Ebraica in maniera da poter studiare anche nella propria lingua originaria.

Nella vita quotidiana, gli Ebrei tradizionali osservano le leggi della “kashrut”, mangiando soltanto cibo che Dio ha designato come “kosher”. Tra gli alimenti “non-kosher”, o proibiti, ci sono il maiale, qualsiasi tipo di carne che non sia stata macellata ritualmente, i frutti di mare, e qualsiasi cibo in cui siano combinati derivati del latte e carne.

ELEMENTI CHIAVE

Continua con: I Fondatori del Giudaismo…

(fonte: Juidism Overview – Traduzione: Heimskringla)


Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci la tua email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi post nella tua casella di posta.

Segui assieme ad altri 188 follower

Archivio

Categorie

Blog Stats

  • 331,236 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: